Prova su strada: DELL XPS 13 2020

NUOVO DELL XPS 9300 2020

Prova su strada: DELL XPS 13 2020

Sono anni ormai che DELL migliora e perfeziona le linee dei propri prodotti. Una ricerca continua del giusto compromesso tra estetica e praticità ci ha portati a quello che possiamo dire essere uno dei migliori prodotti mai presentati in ambito IT.

Si è un’affermazione bella forte ma dopo averci messo sopra le mani in anteprima grazie alla partnership con DELL, non ci sono dubbi: stavolta con questo XPS si sono superati!

Con il nuovo modello 2020 il salto in avanti è enorme, sia in termini di pura estetica che qualitativi. Questo notebook ha una personalità ed una riconoscibilità che lo renderanno il nuovo standard per i computer portatili professionali.

Linee essenziali ma curatissime, scelta dei materiale senza pari e il monitor che nella versione 4k+ diventa qualcosa di incredibilmente seducente per qualità e pulizia della visione.

Partiamo con quello che si vede immediatamente: è sottile, molto più del già ipercompatto DELL XPS 13 2019. Il monitor è sempre un 13″ ma la scocca è così sottile da farlo sembrare ancora più piccolo. Il guscio esterno in alluminio fa da contrasto al tratto distintivo della parte interna in fibra di carbonio ormai celebre della linea XPS. Apprezzabile anche il trattamento protettivo che viene applicato da DELL a questo prodotto per prevenire danni e graffi che potrebbero rovinare questo gioiellino.

Sembra che l’intenzione del produttore sia proprio quella di imporre uno standard qualitativo tutto nuovo: incisioni al laser, dettagli curati come mai prima d’ora e scelte estetiche oltre che pratiche che rendono questo ultrabook incredibilmente bello nella sua essenzialità.

Ok, è una fuoriserie. Ma quanto corre?

L’aspetto delle prestazioni è andato di pari passo a quello estetico. DELL ha scelto di spingere al massimo le performance con i processori Intel di decima generazione, SSD velocissimi e memorie dalla frequenza elevatissima. Naturalmente come ci ha abituato il produttore Texano, la possibilità di scegliere la configurazione tagliata su misura per le proprie esigenze rimane, partendo però da standard medio alti (non è u il computer per chi vuole processori modesti e poca memoria solo per fare scena, oltre alla forma qui c’è tanta sostanza).

 

Connessione veloce in ogni condizione.

Anche la connettività è stata potenziata con la tecnologia Killer divenuta uno dei cavalli di battaglia dei prodotti DELL. Più stabilità e fino a 3 volte più veloci della generazione precedente delle schede di rete senza fili. Come sempre gli standard di sicurezza onboard è ai massimi livelli, per potersi collegare in tutta tranquillità a reti aziendali, private e pubbliche.

Altra cosa di non poco conto è il sensibile miglioramento della qualità della webcam che diventa ogni giorno più importante per riunioni e meeting online.

Leggero come una piuma

Sappiamo quanto scomodo può essere un notebook dentro alla borsa o allo zaino. Il peso è ridotto all’osso: 1,2kg. Portarlo sempre con se è facilissimo, quasi ci si dimentica di averlo (occhi a lasciarlo incustodito quindi!)

La versione 2020 del nuovo DELL XPS è pensata proprio per offrire prestazioni estreme sia in ufficio che in viaggio. La batteria a lunga durata permette di lavorare praticamente tutto il giorno (e se non bastasse si può prolungare la durata con un power bank sufficientemente potente) ed è possibile collegare il proprio smartphone in modo semplice per sincronizzarne in contenuti con il nostro laptop.

Qualche appunto che potevano renderlo il notebook definitivo

Fino ad ora abbiamo visto tutte cose positive, ma come tutte i prodotti qualche difettuccio è inevitabile. Quali sono le cose che ci piacciono meno?

A- Manca la possibilità di utilizzare una sim per la connessione di rete ovunque ci si trovi. È un problema facilmente aggirabile con reti wireless pubbliche o con un hotspot dal cellulare ma sarebbe molto più comodo poter sfruttare il notebook in totale autonomia.

B- Non è convertibile. Una scelta di stile e pratica (per renderlo così sottile qualche rinuncia andava fatta), ma è un peccato avere uno schermo touch senza poterlo sfruttare come fosse un tablet.

C-Poche porte. Avremmo preferito qualche possibilità di connessione aggiuntiva (porte usb standard dove siete?). Tutto si risolve con gli opportuni adattatori oppure con una docking station dedicata, ma un paio di porte extra non sarebbero state un male.

Considerazioni finali

DELL Xps 13 è secondo noi lo spartiacque tra la vecchia guardia ed il nuovo concetto di ultrabook. L’asticella è stata spostata in alto come mai prima d’ora, sarà interessante vedere la contromossa dei competitor (Hp e Lenovo) in una gara senza fine alla ricerca della perfezione.

Share this post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *