voucher
Close

"Voucher per la digitalizzazione"
10.000 Euro per ammodernare
la tua azienda

Un servizio by T-innovation

GIORNI
ORE
MINUTI
SECONDI

Le richieste devono essere consegnate entro il 9 Febbraio 2018

La tua azienda decide di modernizzare il proprio e-commerce con un layout moderno e strumenti automatici di marketing . Prepariamo il modulo da inviare al ministero 

Capiamo le tue esigenze di ammodernamento e digitalizzazione e presentiamo adeguata domanda al ministero dell'interno tramite procedura informatica 

SIAMO SEMPRE CON TE

A questo punto prepariamo i preventivi e le note tecniche per lo sviluppo del portale e-commerce per una spesa complessiva di 20.000 Euro. Se conforme il ministero  rilascia un voucher del 50% delle spese da sostenere in questo caso 10.000 Euro.

UN ESEMPIO PRATICO

Una volta che il ministero accetta la domanda prepariamo tutta la documentazione necessaria da presentare ( prospetto progetto , preventivi, note tecniche)

Ricevuto l'ok dal ministero ricevi il voucher

Il ministero ritiene la tua azienda  idonea per accedere al voucher per la digitalizzazione 

Procediamo con l'attuazione del progetto

Una volta incassato il voucher procediamo con lo sviluppo dell'e-commerce e la consegna dei documenti di fatturazione per essere in regola con l'agevolazione

Cosa succede se le risorse disponibili, a livello di singola regione, non risultino sufficienti a soddisfare le richieste presentate dalle imprese?

Quali soggetti possono presentare domanda di agevolazione, ai sensi del Decreto 23 settembre 2014?

Quale è l’importo del Voucher concedibile?

Il Voucher può essere concesso in favore di micro, piccole e medie imprese (mPMI), costituite in qualsiasi forma giuridica, che risultano possedere, alla data della presentazione della domanda

Entro quali termini occorre ultimare il progetto di digitalizzazione e ammodernamento tecnologico oggetto della domanda di Voucher?

Gli studi professionali e, più in generale, i liberi professionisti possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni previste ai sensi del decreto 23 settembre 2014?

È previsto un ordine cronologico per l’attribuzione dei Voucher?

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni, le imprese sono tenute al rispetto di tutti i requisiti individuati all’articolo 5 del decreto 23 settembre 2014, tra cui è previsto l’obbligo, alla data di presentazione dell’istanza di Voucher, di essere iscritti al Registro delle imprese. Pertanto, gli studi professionali e, più in generale, i liberi professionisti possono accedere alle agevolazioni solo qualora svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione della domanda, al Registro delle imprese.

8 RISPOSTE ALLE VOSTRE DOMANDE PIU' FREQUENTI

Le spese ammissibili devono essere riferite all’acquisto di software, hardware o servizi che consentano il raggiungimento delle seguenti finalità:

a) miglioramento dell'efficienza aziendale;

b) modernizzazione dell'organizzazione del lavoro;

c) sviluppo di soluzioni di e-commerce;

d) connettività a banda larga e ultralarga;

e) collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;

f) formazione qualificata nel campo ICT del personale.

Il progetto di digitalizzazione e ammodernamento tecnologico deve essere ultimato entro sei mesi dalla pubblicazione sul sito istituzionale del Ministero (www.mise.gov.it) del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher. Per data di ultimazione si intende la data dell’ultimo titolo di spesa ammissibile riferibile al progetto stesso.

Si evidenzia, inoltre, che le prestazioni svolte a titolo di servizi di consulenza o di formazione, facenti parte del progetto agevolato, devono essere realizzate entro il medesimo periodo.

Quali sono le spese ammissibili previste dal decreto ?

Per ciascun soggetto beneficiario può essere riconosciuto un Voucher nella misura massima del 50 per cento del totale delle spese ammissibili e, comunque, di importo non superiore a 10.000,00 euro. 

Da quando possono essere sostenute le spese ammissibili alle agevolazioni previste dal decreto ?

No. Le domande di agevolazioni presentate nel periodo di apertura dello sportello sono considerate come pervenute nello stesso momento. Nel caso in cui le risorse disponibili a livello regionale non siano sufficienti a coprire le richieste pervenute da parte delle imprese è prevista una procedura di riparto delle risorse finanziarie in proporzione alle richieste delle imprese.

Le spese devono essere sostenute solo successivamente all’assegnazione del Voucher. L’avvio del progetto deve essere, quindi, successivo alla pubblicazione sul sito istituzionale del Ministero (www.mise.gov.it) del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher di cui all’articolo 4, comma 1, del decreto direttoriale 24 ottobre 2017.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher richiesti dalle imprese, per una determinata regione, risulti superiore all’ammontare delle risorse finanziarie disponibili il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione alle richieste effettuate dalle singole imprese.

Chiamaci subito il nostro team commerciale è a disposizione per esporti in maniera chiara  tutti gli aspetti tecnici/legali per poter aderire a questa agevolazione

Copyright © 2018 T-innovation